LA REINE DE SABA – LA TORTA DI JULIA CHILD.

Scritto da Simona Luddeni. Stanza: Cucina

Dopo aver visto e rivisto il film n mila volte e letto e riletto il libro altrettante volte, ho deciso di cimentarmi in una delle prelibatezze che Julia Child ha presentato nel suo libro: la reine de Saba!

Vi avevo già parlato del mio amore per questa storia nel post “Caffè e libri: Julie e Julia (Julie Powell) e un anno di EinEspressoBitte)!

Trovare l´origine di questa torta non è facile, anche nei siti in lingua, non ci sono molte informazioni, si sa solo che è stata chiamata Reine de Saba, in onore alla regina di Saba, bellissima donna e seduttrice che fece cadere nella sua rete il grande re Salomone. La torta intitolata a lei e alla sua pelle scura è simbolo di tentazione e piacere.

E in effetti di piacere ce n´è tanto: è un tripudio di cioccolato fondente e mandorle!

Reine de Saba di EinEspressoBitte!

Reine de Saba di EinEspressoBitte!

La preparazione non è difficile, ci vuole solo un po´ di pazienza 😀

Ingredienti per la torta:

–  120 gr di cioccolato fondente

– 120 gr di farina 00

– 120 gr di burro ammorbidito

– 80 gr di farina di mandorle (o mandorle tritate molto finemente)

– 3 uova

– 160 di zucchero (io ho usato lo zucchero di canna raffinato, ovvero quello bianco)

– 1/2 tazzina di Rum (io non ce lo avevo e ho usato il Marsala)

Ingredienti per la glassa:

– 80 gr di cioccolato fondente

– 8 cucchiai di burro

– mezza tazzina di caffè ristretto (a me piace il contrasto con il caffè quindi non l´ho zuccherato, nel caso non vi piacesse, mettete un po´ di zucchero)

Per decorare: scaglie di mandorle

1) Accendete il forno a 180 gradi in modo tale da averlo già caldo per infornare.

2) Dividete i tuorli dagli albumi.

3) Montate bene gli albumi a neve e metteteli da parte. Mentre montate, aggiungete un cucchiaino di zucchero per stabilizzare e continuate fino a che gli albumi non siano ben fermi.

4) In una ciotola unite i tuorli, lo zucchero e il burro e montate. Aggiungete la farina di mandorle e continuate a mescolare.

5) Intanto sciogliete il cioccolato con la 1/2 tazzina di Rum o Marsala e lasciate raffreddare.

6) Unite al composto di uova, zucchero, Rum e farina di mandorle… il cioccolato, mescolate bene e iniziate ad unire la farina 00 (meglio se setacciata) alternata agli albumi.

7) Molto importante: mescolate sempre dal basso verso l´alto in modo tale che non si smonti!

8) Imburrate e infarinate una tortiera dal diametro di 20 cm se la volete alta, 24 se preferite una torta bassa. Io ho usato quella più grande e devo dire che con il senno di poi non mi sono pentita. La torta è bella consistente, quindi una fettina bassa può bastare!

9) Versate il composto, livellatelo bene e mettetelo nel forno per 20/25 minuti a 180 gradi. La torta non deve asciugarsi completamente. Per verificarne la cottura, infilate uno stuzzicadente: se ai lati viene fuori asciutto e al centro un po´ oleoso, la vostra Reine de Saba è pronta! La bontà di questo dolce sta anche nella sua morbidezza!

10) Una volta cotta, mettetela a raffreddare e preparate la glassa.

11) Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con il caffè. Una volta sciolta, tirate via la pentolina dal fuoco e mescolate in burro in modo da creare una crema liscia e omogenea.

12) Infine, glassate la torta e decoratela con le scaglie di mandorla!

13) Io la sto conservando in frigo e prima di servirla la tiro fuori per una mezz´oretta.

Il risultato della torta bassa è stato questo :

Reine de Saba di EinEspressoBitte!

Reine de Saba di EinEspressoBitte!

Nel caso provaste mandatemi pure la foto in privato sulla pagina di fb, sarà mia cura aggiungerla in questo post!

Oppure se avete altre versioni, consigli o dritte non esitate a scrivermele!!!

Simona

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

Contatti


Seguimi su:

Altre informazioni

Il blog non vuole essere uno spazio dove dare giudizi sui sistemi dei paesi, ma ha come scopo la condivisione di informazioni e il dibattito.
In soldoni ...niente “è meglio di qui” “è meglio di lì”. Ognuno sceglie ciò che è meglio per se stesso.
L'espressione corretta è EINEN ESPRESSO BITTE.... ma permettetemi questa licenza poetica :-D

Logo di EinEspressoBitte by Fabio Cento "

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Copyright 2013 EinEspressoBitte Simona Luddeni
Dr. Selmair Ring 6a 85456 Wartenberg- ID 53071594269
-

Facebook

LinkedId