PARANORMAL ACTIVITY GERMANY

Scritto da Simona Luddeni. Stanza: Laboratorio

PREFAZIONE

La storia inizia a Freising (Profonda Baviera) nell´ottobre 2011, con due sposini che si trasferiscono in Germania per scelta e alla conquista dei propri sogni.

Si innamorano subito di una casa, piccola ma carina. Il quartiere, modello Wistiria Lane di Desperate Housewives li rapisce sin dal primo momento e così decidono di trasferirsi lì.

Trasloco, pacchi, scartoffie, burocrazia… insomma, tutto procede come da manuale, ma durante la permanenza iniziano a verificarsi degli strani eventi.

CAPITOLO UNO – PARANORMAL ACTIVITY – I VICINI –

Passano i giorni e iniziano a verificarsi strani avvenimenti… come i vicini che sorridono sempre.

Inquietante.

Addittura alle 8 del mattino. Un sorriso a 365 denti (dente più dente meno) e un Servus lanciato lì.

La prima volta che sentivo “Servus”, dopo un corso di tedesco in Italia, il cui risultato era stato imparare a dire eins, zwei, drei polizei e kartoffel… “Servus” che, detto veloce mi era parso una roba tipo “ZvZ” , mi aveva ghiacciata.

Abbiamo una diapositiva.

Immagine tratta da Internet

Immagine tratta da Internet

Non sapevo se rispondere una cosa tipo “nano, nano la mia mano” per adeguarmi allo “ZvZ”, ero paralizzata dallo sgomento… e se fosse stata una parolaccia? E se quel suono avesse nascosto qualche messaggio in codice per gli alieni? E se dopo averlo sentito mi fosse arrivata una telefonata del genere “tra 10 giorni morirai”?  Dopo un rapido calcolo mentale sulla distanza tra me e il detentore dello “Zvz” decisi di passare raso al muro rispondendo l´unica cosa sbagliata che mi veniva in mente: “ciao”.

Apro parentesi: alla lezione sui saluti ero distratta, avevo captato che si usa “ciao” ma non quando, quindi lo usavo come l´acqua fresca 😀 Chiudo parentesi.

Col susseguirsi dei giorni accaddero fatti sempre più insoliti. Appurato che lo “ZvZ” non era un insulto e che “ciao” si dice solo quando si va via, avevo iniziato a sentire strani rumori. Inquietanti rumori diurni.

Tipo:

“ahhhhhhhhh”

“ja ja jaaaaaaaaa”

“uhhhhhhhhhhhhhhh”

“ohhhhhhhhhhhhhh”

“sbam, sbadabam, risbam, risbadabam”

Non essendo io, Alice nel paese delle meraviglie, capii di avere un vicino con una scintillante vita sessuale. 

Inquietante.

Sì, inquietante per il numero di volte che si verificava durante il giorno. Nella mia testa iniziarono a formarsi delle congetture.

E se il mio vicino fosse stato Rocco Siffredi? Me lo sarei potuto trovare sull´uscio di casa con un sacchetto di Patatine Chips in mano e il ghigno e anziché Servus mi sarei sentita dire “Io di patatine ne ho prese tante”e lì avrei potuto rispondere “Ma va´? Non si sente proprio! Devi essere un giaguaro silenzioso eh”

Ma il dubbio rimaneva… chi era il misterioso uomo “che ci do, ma che ci do”???

A distanza di tre anni non ne sono ancora certa, ma sospetto di un giovine con l´aria sorniona che saluta con un “hallo” dall´h aspiratissima e con occhio languidissimo… che non è male alle 8 del mattino, mica mi lamento… soprattutto perché abito di fianco a Miss Germania 2008/09/10/12/13/14 e pure 15 e 16! Quindi ho diritto anch´io a rifarmi gli occhi ogni tanto!

Apro parentesi: per chi non lo sapesse, nei diritti dell´expat c´è quello di rifarsi gli occhi… sí, è l´undicesimo comandamento! Cito testuali parole:

“Avrai il diritto, se hai culo, di vedere come il dna si differenzia da quello del paese da cui provieni, se sposato/a solo guardare… se single, potrai mischiare il tuo dna a piacimento!”

Chiudo parentesi e mi lascio uno spiraglio per il prossimo post 😀

Abbiamo una diapositiva simile a sex machine!

Immagine tratta da Internet

Immagine tratta da Internet

L´apice delle attività paranormali fu raggiunta proprio con la sopracitata vicina bona, già recensita più volte nei vari capitoli su Barbie Lufthansa! 

Lei è paranormal activity di suo. Non c´è bisogno che faccia nulla. Respira ed è paranormal activity.

Fui tentata più volte di chiamare un esorcista. Uno che venisse con tanto di acqua santa, gliela buttasse addosso gridando “Esci da quel cooooorpooooo 90 – 60 -90!!! Smettila di sorridere, di essere fastidiosamente gentile ed eterea… ti venissero i brufoli e l´alito pesanteeeee”

Ma mi resi conto che in questi casi è meglio farsi amico il nemico biondo e cercare di farla incontrare con sex machine 😀

 

to-be-continued

 Simona

ps: se anche voi avete paranormal activity nella vostra vita… fatemelo sapere 😀

Tags: , , , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Commenti (5)

  • Vittoria

    |

    Grazie, Simona, per la tua ironia! Avevo le scatole girate stamattina e mi sono passate.
    Senti, la butto là, se mi vuoi rispondere, altrimenti va bene lo stesso, continuerò a seguirti: è proprio così difficile trovare lavoro in Germania per un uomo italiano di 39 anni, laureato in giurisprudenza, master in web marketing, che sta studiando per una certificazione Google, inglese e francese di base, frequenza di un corso di caffetteria e che sta imparando il tedesco con VHS?
    E’ mio figlio. E’ stato a Monaco il mese scorso ed è tornato momentaneamente in Italia, soprattutto per la difficoltà a trovare un alloggio.
    Con simpatia.
    Vittoria

    Rispondi

  • Sergio

    |

    Cara Simona,
    stavo navigando per il web alla ricerca di alcune informazioni su Monaco di Baviera e sono finito qui.
    Ho letto qualcosa che hai scritto e ti faccio i complimenti per il blog..molto carino.
    Io e mia moglie avremmo l’intenzione di trasferirci a Monaco (o nell’interland) . Il lavoro ce l’avrei perchè lavoro in una società dove quasi tutti i miei colleghi sono tedeschi(di Monaco) e lavorano lì. Io e mia moglie(insieme ai miei 2 figli piccoli) viviamo a Roma e vorremo vivere in una città ordinata, pulita ed in un paese che possa offrire più opportunità. Prima di trasferirmi mi piacerebbe conoscere il costo della vita per potermi fare 2 conti con il mio stipendio italiano. Mi potresti indicare un sito, magari specifico per chi viene dall’Italia, dove posso leggere: consigli, costi medi per una famiglia di 4 persone, gli affiti , etc… Grazie :-)

    Rispondi

  • Manuela

    |

    Simona come sempre mi fai sorridere, alleggerire le giornate pesanti, ed aumentare la voglia di raggiungerti.. Ti seguo da un po ed ho amici proprio a Freising e dintorni.. Ma dico ci sarà una famiglia italiana che ha bisogno di una badante/colf/baby-sitter-intrattenitrice tuttofare?? :) Baci Manuela Papi

    Rispondi

Lascia un commento

Contatti


Seguimi su:

Altre informazioni

Il blog non vuole essere uno spazio dove dare giudizi sui sistemi dei paesi, ma ha come scopo la condivisione di informazioni e il dibattito.
In soldoni ...niente “è meglio di qui” “è meglio di lì”. Ognuno sceglie ciò che è meglio per se stesso.
L'espressione corretta è EINEN ESPRESSO BITTE.... ma permettetemi questa licenza poetica :-D

Logo di EinEspressoBitte by Fabio Cento "

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Copyright 2013 EinEspressoBitte Simona Luddeni
Dr. Selmair Ring 6a 85456 Wartenberg- ID 53071594269
-

Facebook

LinkedId