I SEGRETI PER IMPARARE LE LINGUE (per expat e non)

Scritto da Simona Luddeni. Stanza: Salotto

“Qual’è il segreto per imparare le lingue? Il segreto è NON AVERE PAURA DI SBAGLIARE, non avere paura di mettersi in gioco, affrontarle sempre con grande entusiasmo e anche se si commettono degli errori, non bisogna vergognarsi, bisogna sempre pensare che chi ti sta ascoltando apprezza lo sforzo che stai facendo, perché la lingua è sempre una chiave che apre una porta, apre la porta di una cultura, apre la porta di un paese, apre la porta di una persona e ovviamente questo è bellissimo, è esaltante, è un’esperienza davvero unica per cui a tutti, soprattutto ai più giovani dico, studiate le lingue, uscite dall’Italia, viaggiate, fate la fame, ma godetevi il mondo, perché la vera ricchezza è questa: è il fatto di poter comunicare con chiunque e riuscire sempre ad imparare qualcosa di nuovo”

Immagine tratta da Internet

Immagine tratta da Internet

Così si conclude un video di Pablo Trincia. L’ho visto l’altra sera e l’ho subito pubblicato sulla mia pagina fb.

(Per chi non lo conoscesse Pablo Trincia è un inviato delle Iene, ma a prescindere dal programma, che può piacere o no, è una persona molto preparata).

Il video mi ha molto colpita quindi qui di seguito vi lascio il link per andare a vederlo su Facebook

https://www.facebook.com/photo.php?v=737848092909602&set=vb.469299246431156&type=3&theater

oppure su You Tube

http://www.youtube.com/watch?v=PPzAhOm2yCI

In fondo è un po’ quello che ho sempre pensato anch’io, ed è quello che mi piacerebbe che i ragazzi capissero.

Il discorso che fa Pablo riassume  tutti i punti fondamentali, quei punti che possiamo benissimo far nostri, noi Expat, ma anche chi ancora vive nel proprio paese d’origine!

  • Non aver paura di sbagliare: tante volte le persone si limitano per questo genere di paura, si preoccupano, hanno ansie…ancora prima di fare le cose…ma a cosa serve? Sbaglia solo chi ci prova…e perché non farlo? Cosa succede se sbagliamo un Der, Die o Das? Non ho mai  sentito di gente che ha perso la vita per aver piazzato l’articolo sbagliato! …o forse sì? 😀 Bhè…diciamo che il prof di tedesco mi avrebbe lanciato volentieri una roncola ogni volta che sbagliavo l’articolo che mia aveva corretto due minuti prima 😀

  • Non aver paura di mettersi in gioco: cazzarola, (o swanzarola..dal dizionario EinEspressoBitte – Tedesco/Tedesco – EinEspressoBitte)  la vita è una, a che serve passarla imbrigliati in quello che pensiamo di poter fare o peggio ancora di dover fare! Sin da piccoli ci insegnano ad “appartenere”…ad una famiglia, ad una squadra, ad una città, ad un partito…e si cresce con la convinzione che sia necessario rimanere in quei limiti, imposti dagli altri! Imparare nuove lingue aiuta a scavalcare quei confini che ci sono stati disegnati attorno! E avete presente quanta soddisfazione nel rendersi conto di non essere imbottigliati in quei confini???

  • Non bisogna vergognarsi: di cosa? Di non aver coniugato bene il verbo? Vi ho già raccontato di quando ho prosciuttato (schinken) una lettera anziché spedirla (schiken)? Vi pare che io mi sia vergognata? Mi sono fatta una grassa risata assieme agli addetti alle poste…e ogni volta che vado il tipo mi sorride beffardo e mi chiede se la voglio prosciuttare! E ce la ridiamo come matti! Sono ben altre le cose di cui vergognarsi…ad esempio della chiusura mentale…lì sì che c’è vergogna da vendere!

  • Pensare che chi ci sta ascoltando stia apprezzando il nostro sforzo: quante volte mi butto a tappetino scusandomi per gli errori che andrò a fare…e quante volte questo viene apprezzato, ve lo dico io: SEMPRE! È alla base dell’integrazione il rispetto per la lingua del posto!

  • La lingua è sempre una chiave che apre una porta, apre la porta di una cultura, apre la porta di un paese, apre la porta di una persona: sì, sì, sì e sì! La lingua è come una chiave, quando è nuova, può capitare di far fatica ad aprire la porta…poi man mano si adegua alla toppa…ed ecco che la porta si apre velocemente! All’inizio non è facile per nessuno comunicare  (ok, io sono un caso patologico, la solitudine la conosco solo in bagno, quindi non faccio testo), poi man mano s’imparano parole, modi di dire, verbi…e tutto diventa più facile!

  • Soprattutto ai più giovani dico, studiate le lingue, uscite dall’Italia, viaggiate, fate la fame, ma godetevi il mondo, perché la vera ricchezza è questa, è il fatto di poter comunicare con chiunque e riuscire sempre ad imparare qualcosa di nuovo: e qui non posso che accodarmi a Trincia, spesso ricevo messaggi o mail da ragazzi  giovani, che hanno le idee molto chiare, sanno che vogliono un futuro diverso e mi chiedono da dove iniziare a costruirlo…e io ripeto sempre la stessa cosa: “ragazzi studiate le lingue”, non vi adagiate sul solo italiano, il mondo parla tante lingue, sappiamo tutti che quella veicolare è l’inglese, investite su quella! Fate corsi, leggete, guardate video, leggetevi i testi delle canzoni (non sapete quante cose ho imparato dalla musica, io poi ho sempre ascoltato Hip Hop e R&B…quindi ho un bel repertorio di parolacce), una serata in discoteca in meno e un corso in più, ne va del vostro futuro. E poi come avete visto dal video, non c’è solo l’inglese…ci sono un sacco di lingue, nutritevi della loro conoscenza! Da giovani è molto più facile imparare, con tempo il cervello si “plastifica” (come piace dire a me), approfittatene finché siete freschi…non che dopo non si possano imparare, ma il processo è un po’ più lento! E poi cosa c’è di più bello che imparare cose nuove? Avete presente l’entusiasmo che hanno i bambini quando scoprono quello che li circonda? Noi ce la dimentichiamo quella sensazione, eppure l’abbiamo provata tutti, ma c’è un modo per continuare a sentirla…non smettere mai di essere curiosi. Non smettere mai di stupirsi di quello che non conosciamo. Non smettere mai di imparare!

Detto ciò, cosa volevo dire con questo pippozzo? Non me lo ricordo…ve l’ho detto o no che con l’età il cervello si plastifica? 😀

Simona

 

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Commenti (6)

  • Carmela

    |

    Simona, du hast Recht! Bellissimo post, hai ribadito alla perfezione il messaggio del bravissimo (e fighissimo…eheh!) Pablo Trincia! Ho visto il suo video proprio mentre ero in Germania durante le vacanze natalizie e mi è servito a darmi la spinta per smettere di parlare in inglese e sfoderare il mio tedesco! Ho messo via la vergogna e tra un der confuso con un das…sono riuscita a farmi capire! :)
    Che soddisfazione!

    PS: scusa se non sono venuta a trovarti a Freisig, ma in quei pochi giorni che son stata lì non sono riuscita a conciliare le 1000 cose che volevo fare!

    Rispondi

    • Simona Luddeni

      |

      Bravissima! L’importante è lanciarsi….ti sei trovata bene a Monaco?

      Rispondi

  • Vincenzo

    |

    anche io ho visto il video di Pablo Trincia… questi merita la conduzione delle IENE, come minimo… :)

    Rispondi

  • GbV

    |

    Si scrive qual è o qual´ é… Ho paura di sbagliare!! Anche tu??

    Scherzo… ti mando un saluto.

    GbV.

    Rispondi

Lascia un commento

Contatti


Seguimi su:

Altre informazioni

Il blog non vuole essere uno spazio dove dare giudizi sui sistemi dei paesi, ma ha come scopo la condivisione di informazioni e il dibattito.
In soldoni ...niente “è meglio di qui” “è meglio di lì”. Ognuno sceglie ciò che è meglio per se stesso.
L'espressione corretta è EINEN ESPRESSO BITTE.... ma permettetemi questa licenza poetica :-D

Logo di EinEspressoBitte by Fabio Cento "

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Copyright 2013 EinEspressoBitte Simona Luddeni
Dr. Selmair Ring 6a 85456 Wartenberg- ID 53071594269
-

Facebook

LinkedId